Autismo e i disturbi pervasivi dello sviluppo.

L'autismo è una disabilità dello sviluppo che appare in genere nei primi tre anni di vita e influisce sulla capacità di una persona di comunicare e interagire con gli altri. L'autismo è definito da un certo insieme di comportamenti ed è un "disordine dello spettro", che colpisce gli individui in modo diverso e in varia misura. 

Fa parte, insieme alla Sindrome di Asperger, alla Sindrome di Rett, al Disturbo Pervasivo dello Sviluppo Non Altrimenti Specificato (PDD-NOS) e al Disturbo Disintegrativo dell’Infanzia, del gruppo dei Disturbi Pervasivi dello Sviluppo. Tuttavia i clinici sempre più spesso ormai utilizzano la dizione ‘Disturbi dello Spettro Autistico’ (Autism Spectrum Disorders, ASD) per Autismo, Asperger e PDD-NOS.

L'autismo può essere trattato sia in età precoce che in età adulta. Gli studi però dimostrano che la diagnosi precoce e un pronto intervento migliorano notevolmente la qualità di vita dei bambini autistici e incidono significativamente sui risultati che si possono ottenere in prospettiva futura.

Per la classificazione dei disturbi dello spettro autistico sono riconosciuti e utilizzati a livello internazionale due strumenti diagnostici: il DSM V, Diagnostic Statistical Manual V redatto dall’American Psychiatric Association , e l’ICD-10, International Classification of Diseases 10a edizione, redatto dalla World Health Organization.

Però alcuni segni nei nostri bambini possono già metterci in allerta e richiedere un consulto specialistico. Tra questi:

  • La mancanza o un ritardo nel linguaggio parlato
  • L'uso ripetitivo del linguaggio e / o manierismi motori (ad esempio lo sbattimento della mano, il dondolarsi, il far roteare gli oggetti, etc.)
  • Poco o nessun contatto con gli occhi
  • La mancanza di interesse nelle relazioni tra pari
  • La mancanza di gioco spontaneo o finzione
  • Fissazione persistente (perseverazione) su parti di oggetti


Il metodo ABA

ABA è l’acronimo di Applied Behavior Analysis (tradotto in italiano con Analisi Comportamentale Applicata) ed è la scienza applicata che deriva dalla scienza di base conosciuta come Analisi del Comportamento, ovvero è la scienza in cui le tattiche o le strategie basate sui principi di comportamento sono applicate in modo sistematico per portare cambiamenti significativi al comportamento.

L’attenzione dell’ABA è rivolta ai comportamenti socialmente significativi (abilità scolastiche, sociali, comunicative, adattive), questo la rende adatta ad essere applicata a qualsiasi ambito di intervento e non, come comunemente (ed erroneamente) si pensa, solo all’autismo. Sicuramente, proprio grazie al rigore scientifico e metodologico che la caratterizzano, ha ottenuto tantissimi successi nell’ambito della disabilità in generale e dell’autismo in particolare, per cui viene ampiamente adottata e applicata in tali settori.

Una caratteristica fondamentale dell’ABA è quella di essere evidence-based. Un esperto di analisi del comportamento adotta esclusivamente procedure che le ricerche in ambito scientifico hanno dimostrato essere efficaci  applicandole con rigore scientifico ed effettuando un costante monitoraggio dei risultati raggiunti. Viene attribuita un’importanza fondamentale al rigore scientifico e metodologico, ma anche una particolare attenzione ad ogni singolo caso, da cui deriva un approccio fortemente personalizzato.